Home » Articoli » Pasqualina Pezzolla

Pasqualina Pezzolla

Pasqualina Pezzolla - Lo Spirito

La donna che prega sempre, per tutto e per tutti

Il primo incontro.


Negli anni ’70 sono andato a trovarla ad Ancona, sempre con l’autostop-

pellegrinaggio, come da ROL e da altri di cui un giorno parlerò,

( e non comodamente o in autostrada ).


Sono partito la mattina da Padova e arrivato ad Ancona, a casa della Pasqualina,


verso le 22, e non c’era nessun albergo nelle vicinanze con camere libere.


Mi sono adattato e ho “dormito” per terra, nel sottoportico della Sua casa


– in ottobre con pioggia e un freddo cane e avevo i sandali e pantaloni corti –


 e la mattina le persone ( che erano in macchina davanti la casa e, pur

vedendomi, non mi avevano fatto entrare nelle loro macchine per le loro

paure confessate ) mi hanno offerto una abbondante colazione (senso di colpa)  !


Poi in sala di attesa la segretaria mi ha detto: non ci sono + posti per oggi,

torni domani.


Io ho chiesto se potevo sedermi x terra ad aspettare:

acconsentì contrariata e stupita.


Poco dopo si apre la porta e compare


Pasqualina


E vedendomi e davanti a tutti dice: Pietruzzo !!! , cosa ci fai lì a terra ?

vieni con me …


non mi conosceva neanche e mi ha pure chiamato per nome:


 questi sono Veri sensitivi e anche Esseri Spirituali !!!


I simili si riconoscono sempre e riconoscono colui che è loro simile,

l’ho vissuto tante volte e con tanti “sconosciuti” poi divenuti fraterni Amici e

Compagni di “Viaggio”.


Da subito è nata un’intesa intensa e profonda e duratura,


comunicando le reciproche conoscenze sulla “Realtà”.


Mi  fece le sue diagnosi paranormali, suggerendomi: “prendi una pillolina


 una volta al giorno e tutto si risolve”.

E mi diede il nome del “Farmaco”.


E mi insegnò a


                        Pregare.


Tornato a Padova ho chiesto al mio medico che consultando il prontuario

farmacologico mi risponde:  questa medicina


                                            non esiste.


E’ entrata in produzione e commercializzata due anni dopo !!!


Naturalmente non ha voluto essere pagata.


E uscendo, dopo esserci abbracciati e baciati, i presenti mormoravano:


ma quello chi è che è entrato senza il biglietto della prenotazione?


E lei rispose: state buoni, se no vi mando tutti a casa !
------------------------
Dopo quel primo incontro ne sono seguiti altri molto intensi e profondi.


Lei e il suo “mondo” fatto di Preghiera ( vedi nota) sono per me il primo “impatto


che mi ha permesso di conoscere e scoprire cosa significhi essere un “mistico”,


Misticismo significa semplicemente: avere esperienza del Sacro, in quanto tale.


In ciò comprendo la affinità elettiva con certi Esseri come


                                     Rābi’a


( vi invito a leggere:I detti di Rābi’a, un libretto del mistico più sublime che

conosca,  Edizione Adelphi )


E quello che è l’approccio “mistico” con la Realtà e accedere


                             al Sacro e alla Sacralità .


Nota: Preghiera non è quello che si intende volgarmente: chiedere o pretendere


di avere, di ricevere “la grazia” il “miracolo”, ma semplicemente :


RINUNCIA” E “ABBANDONO”.


OSSIA: QUANDO E SE SI PREGA L’UNICO PENSIERO PUO’ E


DEVE  ESSERE:


DIO RIMETTO LA MIA ANIMA E IL MIO SPIRITO NEL GREMBO DELLE TUE


MANI.


CERTAMENTE PREGARE NON E’ FARE RICHIESTE O ESPRIMERE PII


DESIDERI



ED EGOICHE ASPETTATIVE …



PREGARE NON E’ CHIEDERE X AVERE, MA RINUNCIARE A CHIEDERE



E AL DESIDERIO DI AVERE.


Grazie, Pasqualina, ti porto sempre dentro il mio cuore !

Lo Spirito

Al Vostro servizio

Lo Spirito

Centro

Lo Spirito

Campo

Campo - Lo Spirito